Mediavalle - Pievi e chiese

L’edificio religioso più rappresentativo del territorio è il Duomo di Barga, costruito in un’area detta “arringo” (un vasto prato dove anticamente si riuniva il “comune rustico” di carducciana memoria, dove si affaccia anche la loggia del podestà), frutto di interventi di più epoche, dal IX al XVII secolo. La facciata è il risultato di cambiamenti strutturali, in quanto è costituita dal fianco sinistro della primitiva costruzione: la doppia serie di archetti poggia su mensole figurate.
Risale al periodo protoromanico (sec. IX) la chiesa di S. Martino a Coreglia che, all’interno, conserva ancora l’aspetto originario. Fondata nel IX-X è la pieve di S. Maria a Loppia (Barga), con una facciata posteriore di stile pisano. E’ del XII secolo la Pieve di S.Maria a Diecimo, esempio di architettura romanica lucchese per la sobrietà decorativa; l’alta torre campanaria presenta una serie di finestre che vanno dalla monofora alla quadrifora e una merlatura alla sommità. La pieve di Valdottavo riprone le stesse forme. A Coreglia, la chiesa di S. Michele, del XII secolo, è stata costruita a ridosso della fortezza e della torre, trasformata in seguito in campanile.
In Val di Lima, fra le pievi più antiche, segnaliamo quelle di S. Paolo a Vico Pancellorum (secc. IX-XII) e di S. Cassiano di Controne, risalente all’XI secolo, dalla ricca decorazione plastica e dalla listatura bicromata della facciata. Motivi strutturali e decorativi di derivazione pisana sono le archeggiature cieche e le losanghe gradonate presenti nella Pieve di S. Giovanni Battista a Controne e i bacini ceramici in S. Michele a Castello (Pescaglia).
Al Cinquecento è riferibile il convento di S. Francesco a Borgo a Mozzano. Nello stesso luogo, fervori rococò sono riscontrabili nelle chiese di S. Francesca Romana e in S. Rocco.